altro
Itinerario delle Rocche

L’ITINERARIO DELLE ROCCHE DI FRANCESCO DI GIORGIO MARTINI

e IL PALAZZO DUCALE DI URBINO 

 

L’Itinerario della Bellezza è un percorso, all’interno della Provincia di Pesaro e Urbino, che unisce il mare alle montagne, le colline (segno distintivo della nostra Regione) alle stupende Città d’arte; i borghi fortificati alle aree archeologiche.

Una “strada” adatta ad un turista curioso che vuole vivere esperienze uniche, fermandosi ad ammirare paesaggi e luoghi incontaminati, camminando o pedalando per sentieri nel silenzio della natura, incontrando borghi “tra i più belli d’Italia” e riscoprendo i sapori ed il gusto di antiche tradizioni enogastronomiche.

“L’Itinerario della bellezza” è l’inno al turismo sostenibile, lento, lontano dagli eccessi del turismo di massa. Ed è un progetto di Confcommercio Pesaro e Urbino/Marche Nord che, quest’anno, ha coinvolto 12 Comuni (Cagli, Colli al Metauro, Fano, Fossombrone, Gabicce Mare, Gradara, Mondavio, Pergola, Pesaro, Sant’Angelo in Vado, Terre Roveresche e Urbino) decisi a valorizzare il proprio patrimonio culturale, ambientale, architettonico ed enogastronomico per un nuovo modello di sviluppo economico, coniugando la bellezza con il futuro.

Perché «la cura della bellezza del Bel Paese può essere la via maestra da percorrere per la rinascita del nostro Paese, insieme alla messa in sicurezza del territorio» ci ricorda il filosofo Filippo Cannizzo nel suo “Briciole di bellezza”.

E d’altra parte questo è veramente l’Itinerario della Bellezza.

Questa è infatti la “regione” di Urbino, Patrimonio dell’Umanità, patria del Rinascimento che, nell’arte, è stata la raffigurazione della bellezza.

Qui c’è, veramente, «l’Italia in una Provincia»: mari, dolci colline, montagne imponenti, borghi e città medievali, rocche e castelli; aree archeologiche, musei, pinacoteche e teatri storici (come l’Apollo di Mondavio, il Sanzio di Urbino, il Rossini di Pesaro, il Comunale di Cagli, il Della Fortuna di Fano o l’Angel Dal Foco di Pergola).

L’Itinerario della Bellezza di Confcommercio Marche Nord è un gran contenitore all’interno del quale, periodicamente, estraiamo nuove suggestioni, nuove proposte.

Ma oggi vogliamo comunicare, anche, il nuovo “sentiero” che nasce all’interno dell’Itinerario della Bellezza: l’ ITINERARIO DELLE ROCCHE DI FRANCESCO DI GIORGIO MARTINI.

Il pittore, scultore e architetto Francesco di Giorgio Martini nasce a Siena nel 1439.

Nel 1477 é al servizio del Duca Federico da Montefeltro, a Urbino, chiamato a completare la realizzazione del maestoso Palazzo Ducale dopo l'abbandono del Laurana e contribuendo così alla edificazione del «più bel palazzo che in tutta Italia si trovi» come scrisse Baldassare Castiglione ne «Il Cortegiano».

Ma il Duca Federico commissionò all'architetto senese la fortificazione del suo Ducato con la costruzione di oltre 130 fortezze militari.

Di queste, molte andarono distrutte, alcune tra le più importanti sono all'interno dell'Itinerario della Bellezza e saranno quindi oggetto della prossima iniziativa di promozione e comunicazione turistica, la cui pubblicazione sarà completata entro questo mese.

Ovviamente parliamo della Rocca Roveresca di Mondavio, del Castello di Fossombrone, del Torrione di Cagli, della Rocca Ubaldinesca di Sassocorvaro, della Rocca di Pergola e del Palazzo Ducale di Urbino

Vi si farà cenno anche della Rocca di Gradara gioiello prezioso del nostro percorso se non altro per smentire ciò che si scrive in qualche sito web: e cioè il fatto che Francesco di Giorgio Martini vi abbia lavorato. Cosa che non ha alcun fondamento scientifico.  

È stato uno degli artisti più versatili e creativi nel mondo dell’arte tra il Quattrocento e il Cinquecento.
Inizialmente attivo come pittore e scultore, è ricordato, principalmente, come Architetto e teorico della architettura militare.
Traduce Vitruvio e scrive un’opera originale, il “Trattato di architettura militare e civile” che anticipa alcune delle teorie architettoniche del Rinascimento.
Di fondamentale importanza fu il soggiorno ad Urbino, presso la Corte del Duca Federico da Montefeltro (Gubbio, 7 giugno 1422 – Ferrara, 10 settembre 1482), iniziato nel 1474 con l’incarico di portare a compimento il Palazzo Ducale, già disegnato ed avviato dall’Architetto dalmata Luciano Laurana (La Vrana 1420 – Pesaro 1479)., di cui Francesco ne sviluppò la già eccellente filosofia urbanistica.
A Urbino, in quel tempo, il clima artistico e culturale aveva raggiunto livelli importanti e, da ogni parte, vi arrivavano letterati, scultori, pittori, architetti.

Francesco di Giorgio Martini riuscì a sviluppare le sue ricerche nell’architettura civile e militare (abbandonando quasi completamente la pittura) e, su incarico di Federico, ristrutturò o realizzò la fortificazione del Ducato, facendo erigere o ristrutturare oltre 130 tra fortezze militari e edifici a carattere civile e religioso.
Disegnò anche fortificazioni, macchine da battaglia e armi; invenzioni straordinarie e all’avanguardia (come macchine d’assedio e da guerra, alcune delle quali si possono ammirare a Mondavio).
In poco tempo divenne il più grande esponente della “Architettura militare di transizione”, così chiamata in seguito alle grandi modifiche strutturali necessarie per soddisfare le nuove esigenze belliche: nascevano infatti le prime armi da fuoco e l’artiglieria aveva ormai preso il sopravvento su tutti gli altri sistemi di attacco e di difesa. Dopo la morte del grande Federico (1482), Francesco ebbe incarichi prestigiosi a Gubbio, Cortona, Ancona, Jesi, Siena, Milano, Firenze, Napoli… Morì il 29 novembre 1501.
Lungo l’Itinerario della Bellezza l’Architetto senese realizzò o trasformò diversi palazzi ad uso civile e religioso ma, soprattutto, rocche e fortificazioni militari. Molte di queste sono state smantellate, distrutte o ve ne rimangono poche tracce (come i ruderi della Rocca di Pergola). Altre, rappresentano le realizzazioni più importanti e significative dell’opera del Martini e del suo ingegno: Cagli, Mondavio, Sassocorvaro, Fossombrone oltre, naturalmente, al Palazzo Ducale di Urbino.

 

Informazioni e contatti

 

URBINO
Confcommercio Urbino
tel.0722/320167 e.cecchini@ascompesaro.it
www.bookingurbino.com www.lemarchediurbino.it
Riviera Incoming T.O.
tel. 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net


CAGLI
Comune Cagli Assessorato al Turismo e Beni Culturali:
tel. 0721/780773 – 780731
Riviera Incoming T.O.
tel. 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net


SASSOCORVARO
Pro Loco Sassocorvaro
tel 375/5569162 - 0722/76177
proloco@sassocorvaroeventi.it
Riviera Incoming T.O.
Tel. 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net


FOSSOMBRONE
Ufficio IAT Piazza Dante, 23
tel. 0721/723263 – 340/8245162

Riviera Incoming T.O.
tel. 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net


PERGOLA
Museo dei Bronzi Dorati
Largo S. Giacomo, 1
tel. 0721/734090 – 0721/7373278 www.bronzidorati.com
Riviera Incoming T.O.
tel. 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net


MONDAVIO
Ufficio Turistico Corso Roma, 1
tel. 0721/977758 – 334/9211964
ufficio.turismo@comune.mondavio.pu.it www.mondavioturismo.it
Riviera Incoming T.O.
tel. 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net


GRADARA
Gradara Innova
tel.0541/964673 - cell. 331/1520659
info@gradarainnova.com www.gradara.org
Riviera incoming T.O.
tel 0721/698223 pesaro@rivieraincoming.net

 


In allegato la brochure da scaricare

 
 

Allegati
itinerario rocche_definitivo_compresso.pdf
Condividi  
 
Montefeltro Sviluppo
Confturismo Marche Nord Camera di Commercio Pesaro e Urbino Montefeltro Leader
Programma di Sviluppo Rurale
Regione Marche Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Unione Europea
Copyright © 2020 - Powered by mediastudio / studio diametro
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY.
Cliccando sul pulsante acconsenti all’uso dei cookie.